Archivio mensile:agosto 2005

Al ritorno dalle vacanze cosa c’è di meglio di un po’ di karaoke?

Clicca e canta:

Bright Eyes – Lua

well i know that it is freezing but i think we’ll have to walk
keep waving to the taxis they keep turning their lights off
but julie knows a party at some actor’s west-side loft
supplies are endless in the evening by the morning they’ll be gone
when everything is lonely i can be my own best friend
get a coffee and the paper have my own conversations
with the sidewalk and the pigeons and my window reflection
the mask i polish in the evening by the morning looks like shit
and i know you have a heavy heart
i can feel it when we kiss
and many men stronger than me have thrown their backs out trying to lift it
but me i’m not a gamble you can count on me to split
the love i sell you in the evening by the morning won’t exist
you’re looking skinny like a model with youe eyes all painted black
keep going to the bathroom always say you’ll be right back
well it takes one to know one kid i think you’ve got it bad
but whats so easy in the evening by the morning’s such a drag
i’ve got a flask inside my pocket we can share it on the train
and if you promise to stay conscious i will try and do the same
yeah we might die from medication but we sure killed all the pain
but what was normal in the evening by the morning seems insane
and i’m not sure what the trouble was that started all of this
the reasons all have run away but the feeling never did
not something i would recommend but it is one way to live
cause what is simple in the moonlight by the morning never is
yeah it was simple in the moonlight now its so complicated
it was so simple in the moonlight, so simple in the moonlight, so simple in the moonlight

"Grande festa alla corte di Francia
c’è nel regno una bimba in più
biondi capelli e rosa di guancia 
Lussorio  ti chiamerai tu"

Nel paesello natio mi si ripropone la festa grande. Mi si ripropone anche nel senso romanaccio del termine.
Inoltre piove. E ciò che ho sempre odiato assume contorni sbavati.
Almeno c’è un po’ di gente.
Come gli zombie, si sono risvegliati i miei concittadini.
Usciti di casa si recano al bar, ammirano i propri vestiti e fanno finta di ammirare quelli degli altri.
Si respira l’aria della crisi, c’è qualcosa che non convince nessuno. Non solo tra le pagine dei quotidiani, anche qui.

Di ritorno da un luogo ormai noto che non mi porta certo fortuna.
Al solito, ritorno sempre stanca e stressata ma il paradosso enorme di vivere un relax che ti porta alla crisi isterica mi fa così ridere da farmi pensare che non sia poi stato così male.
La cosa più curiosa da segnalare sono i cessi quadrati de "La Luna", locale superfigo che non mi si addice ma che, con la sua gente al limite del ridicolo e i suoi bagni dalle pareti rosse e i cessi strani, mi comunica quanto possa essere bello anche il diverso da me…
Ps. Sedersi su quel cesso è affascinante.
E possiede un bel vantaggio: ti puoi sedere su uno qualsiasi dei 3 lati disponibili.

A 16 anni ci innamorano le coincidenze.
Avanti con l’età, viviamo alla ricerca di quel qualcosa di cui ci hanno sempre raccontato, di quegli eroi dalle gesta prodigiose.
Chissà dove porterà il tuo conto alla rovescia.
Sarà ancora una linea che si interrompe sullo zero o è solo la prima curva di una lunga spirale di polvere?

C’è del nuovo nell’aria!

Ecco a voi il sito dell’amico Tomì…finalmente si è trovato qualcos’altro da fare oltre che grattugiare le palle alla sottoscritta…
Bravo!

"Dose me up, once is not enough
I can still see the ground
and from this high rise view looking down on you
I’m not the one wasting my time…"
[Tom McRae – End of the World News]

Ogni occasione è buona per risvegliare lo stomaco. Non ho un attimo da vivere serenamente e forse nemmeno lo voglio….
Al mare c’era un vento terribile, è bastata un’ora per battere in ritirata.
Forse oggi sarà tutto normale, forse mi mancherai ma starò zitta.
7 agosto e ho intenzione di mettere un maglione.
Ogni sera è un brivido terribile, nell’ostinazione di popolare i tavolini fuori dal bar: come se ci fosse qualcosa di interessante da vedere.
Come se non ci fosse freddo.  

 

Salve gentile pubblico…come si sarà intuito sono partita per le vacanze (quasi) sbattendo la porta.
Qui si sta bene nel senso che ci si rilassa ma si sta male nel senso che non si saprebbe cos’altro fare se non rilassarsi.
Il dramma del 56K si ripete per l’ennesima volta, penso che questo blog rivedrà la vita con il fresco di settembre…
Per ora me la spasso andando al mare alla prima occasione…e il cuore batte di nuovo nonostante negli ultimi tempi abbia cercato di arrestarlo (riuscendovi, non sono eccezionale?).
Un bacio a tutti.

ps. non vi biasimo se a questo punto il vostro primo pensiero è "sticazzi".