Archivio mensile:settembre 2009

Mancano le tracce di quando hai sentito l’offesa.
Mancano del tutto e, nonostante gli sforzi, non riesco a farmene una ragione.
Ieri in un secondo di fragore, un attimo molto familiare, ho avvertito il peso degli anni.
L’irremovibile mia presenza in un punto dello spazio e tutto intorno l’evoluzione degli altri.
Ancora gli occhi sgranati, ancora la testa che dondola.
Certifichiamo tutti insieme,
ad occhi chiusi,
che certi suoni e certe scene sono stati per noi definitivi.

Ma per voi la definizione è un abito, per me una gabbia.
E mentre voi vi affermate, brillate e vi spegnete, io non mi muovo per paura di bruciare.

[painting: Daniele Galliano]