Archivio mensile:agosto 2010

Tornata da una lunga vacanza vagabonda.
In ufficio siamo ancora in pochi, l’importante è aver ricevuto il pensierino di viaggio del mio amico Volo:



desideravo tanto un segnalibro con su un tozzo pescatore islandese che mostra un salmone di 27 libbre.

Credevo che i giorni di vacanza sarebbero volati e che il ritorno sarebbe stato straziante.
Certo se potessi scegliere ripartirei all’istante, ma stavolta ogni giorno libero ha avuto il suo senso e il suo peso.
Che ci sia qualcosa da imparare anche in questo?